.

.
.

lunedì 25 novembre 2013

EM : MICRORGANISMI EFFETTIVI

Mi sono avvicinata agli EM (Effective Microorganism) circa un anno fa con curiosità e al tempo stesso molto scetticismo sino a voler compiere personalmente esperimenti prima di parlarne.


Ho cercato di documentarmi il più possibile, leggere il libro del professore universitario giapponese Teruo Higa, il microbiologo che per primo ha studiato e analizzato questo prodotto mi è parso utile ma da prendere con "le molle".
Da oltre 30 anni il professor Higa sta diffondendo la sua idea (non pienamente approvata dalla comunità scientifica) in tutto il Pianeta allo scopo di migliorare l'ambiente che ci circonda e di conseguenza la salute dell'uomo.


I microrganismi effettivi rappresentano una serie di batteri che prevalendo in una certa combinazione influenzano il comportamento di altri batteri dagli effetti negativi.
Secondo il professor Higa esistono due opposte forze dinamiche: la rigenerazione e la degenerazione.
La prima è un'energia positiva e vitale donatrice di vita e governata da microrganismi dall'azione benefica come i batteri della fotosintesi (Cyanobacteria e Rhodopseudomonas), i batteri dell'acido lattico (Lactobaccillus casei), alcuni lieviti e muffe ed altri tipi di batteri.
Essi, se contenuti in quantità sufficiente, sanno inibire l'ossidazione e sviluppare un potere rigenerativo e purificatore.

Al loro opposto troviamo i microrganismi che provocano  putrefazione e deperimento cause di necrosi, inquinamento e malattie.

La giusta combinazione e la prevalenza di batteri dall'azione benefica influenza il comportamento dei microrganismi della seconda specie che si adegua seguendo il gruppo leader.
Questo sta alla base del comportamento degli EM.


Il microbiologo giapponese Higa dai numerosi esperimento compiuti si è reso conto della possibile convivenza di microrganismi aerobi (che cioè necessitano di ossigeno per sopravvivere) e di anaerobi (vivono dove non vi è ossigeno) situazione all'apparenza impossibile visti gli ambienti totalmente opposti.
Tramite uno scambio simbiotico del loro prodotto di scarto alimentare ed altri fattori si può verificare la loro coesistenza, questo avviene nella selezione attuata nel gruppo dei microrganismi effettivi.

I campi applicativi sono :
  • agricoltura  Miglioramento della qualità del terreno con aumento della produttività senza uso di concimi chimici e pesticidi, il nutrimento alle piante viene fornito dagli EM.
  • inquinamento ambientale Tramite l'accelerazione del compostaggio dei rifiuti ed eliminazionme del cattivo odore con conseguente miglioramento della qualità dell'aria gli EM sono in grado di purificare acqua, terra e aria. Possono avere impiego anche nelle pulizie domestiche in sostituzione dei normali detergenti.
  • zootecnia  Trattamento dei liquami e decontaminazione degli allevamenti di animali, miscelazione a mangimi animali
  • depurazione delle acque Inibizione del processo di putrefazione ed eutrofizzazione nei laghetti, stagni ed acque reflue, scarichi fognari e industriali. possono sostituire il cloro nelle piscine.
  • medicina azione benefica sulla flora intestinale
Cilindri di ceramica
I microrganismi effettivi vengono commercializzati sottoforma di soluzione madre concentrata o diluita attraverso un processo di "attivazione", in ceramica 
(cilindri, sfere, anelli, polvere) o tramite bevande rinfrescanti non medicinali
(EMX, FG sono adatti al consumo umano).

Il mio approccio personale con gli EM è avvenuto tramite cilindretti di ceramica e riguarda la purificazione di acqua stagnante, immissione nel pozzetto di scarico di bagni e cucina, abbattimento di cattivo odore nella conigliera, introduzione nel circuito dell'orto idroponico.


Ho lasciato trascorrere l'estate e afosissime giornate di Luglio controllando spesso l'acqua all'interno di vari contenitori, l'effetto è risultato stupefacente: acqua limpida e priva di odore.
Al contrario il campione senza EM appariva putrido e maleodorante.
Anche il contatto con gli animali da cortile è stato positivo, gli odori prodotti sono stati eliminati.

Per ora non ho scelto di ingerire EM, la purezza dell'acqua in laghetti e minipond mi soddisfa pienamente.





2 commenti:

elio storzini ha detto...

Ciao Daniela

mi sembra una soluzione interessante che mi piacerebbe provare per tenere pulita l'acqua del laghetto ma soppratutto per combattere le alghe che si attaccano alle parete.Vedo però una limitazione nella scadenza breve dei prodotti. Pensi che possa funzionare?
Grazie 1000 ed ancora complimenti per il portale e per i blogs.
Elio

Anonimo ha detto...

bellissimo leggere testimonianze di persone che usano i microrganismi effettivi..noi siamo una piccola azienda che vende em..e fa davvero piacere vedere come la gente piano piano si avvicina a questo mondo innovativo e naturale..
se vi interessa date uno sguardo al nostro sito www.microrganismi-effettivi.com